Il turismo ai tempi del Covid-19

Il 2020 è cominciato con una sfida per il mondo intero chiamata Covid-19. Una pandemia che nessuno avrebbe mai immaginato, eppure ne siamo stati tutti coinvolti, senza alcuna possibilità di scelta. Si è insinuato nelle nostre vite e le ha completamente cambiate. Era il 10 Marzo quando l’Italia intera si è ritrovata in uno stato di lockdown: nessuno poteva più uscire di casa, tutti costretti a vivere nei loro soggiorni, nelle loro camere, il mondo al di là della finestra era improvvisamente zona proibita e inaccessibile.

Il turismo è il settore che più ne ha sofferto, ogni albergatore e ristoratore da un giorno all’altro ha dovuto chiudere a chiave le sue strutture senza conoscere la data di una riapertura.

Il monitoraggio strategico di Real Web

Noi di Real Web abbiamo monitorato gli sviluppi e le dinamiche che hanno interessato nello specifico i paesi DACH, consci del fatto che, come dice l’editorialista americana Marilyn vos Savan “per acquisire conoscenza si deve studiare ma per acquisire saggezza si deve osservare”. 

La pandemia ha cambiato visibilmente il rapporto tra turista e operatore e la qualità del servizio richiesto a momento passa certamente attraverso nuove regole che fino ad oggi si potevano trascurare.

Dal nostro monitoraggio è emerso visibilmente che la creatività è stata lo strumento per eccellenza durante tutto il periodo di quarantena. Le località austriache e gli hotel che hanno avuto successo e si sono differenziati rispetto agli altri ci sono riusciti solo perché hanno avuto idee brillanti.

Tramite l’email marketing hanno comunicato vicinanza e sono riusciti ad accorciare le distanze con i turisti. Fare in modo che le persone potessero viaggiare comodamente sedute sul divano di casa, riempire il vuoto delle giornate infinite con la produzione di oggetti artigianali legati ai loro territori, questo e molto altro è stato fatto e l’obiettivo era sempre lo stesso: creare una breccia nel muro di casa per vedere al di là, per vedere all’esterno, ovvero il mondo che tutti noi conosciamo ma che in quel momento si poteva solo sognare.

Tempo di quarantena, tempo di formazione

Il periodo di emergenza Covid-19 però è anche stato importante nel lato formativo. Gli albergatori, ad esempio, trovatisi da un giorno all’altro senza più turisti da gestire hanno avuto la possibilità di migliorarsi tramite una formazione digitale che si è perfezionata e ha fornito il materiale giusto per la ripartenza. Certamente il marketing digitale tramite canale social è diventato lo strumento essenziale per sentirsi a contatto con le persone, mostrare vicinanza. Postare una foto dei paesaggi o dei luoghi rappresentativi della vacanza passata o del sogno di una vacanza futura è stato il modo per allungare la mano e dire “noi ci siamo”.

Queste azioni però non vanno improvvisate, avere il supporto di un’agenzia di marketing composta da un team esperto nella comunicazione è il metodo più efficace per avere successo, per riuscire ad avvicinarsi e accorciare le distanze con i giusti strumenti digitali. 

Contattaci e sapremo offrirti le soluzioni migliori e più adatte a te per pianificare e gestire al meglio questo periodo e se vuoi rimanere aggiornato sul nostro monitoraggio strategico iscriviti!

Abbiamo molto da condividere con te

Ti abbiamo inviato una mail per confermare l'iscrizione. Ancora un click e sarai dei nostri.
Sembra che manchi qualcosa. Controlla i campi!

Lascia un commento