A come advertising: piccolo glossario della pubblicità online

Il mese scorso abbiamo parlato di cos’è la Native Advertising e come integrarla nella propria strategia online. Oggi aggiungiamo qualche tassello al panorama dell’online advertising, entrando nel dettaglio di alcuni dei termini più utilizzati:

 

Ad Exchange

È il punto di incontro fra domanda e offerta sul mercato delle adv, dove si contratta il prezzo delle impressions. Questa piattaforma coordina in tempo reale di inventari da molteplici network pubblicitari, facendo da mediatore fra DSP e SSP. L’esempio forse più noto è DoubleClick, partner di Google Display Network.

 

Ad Network

Anche gli Ad Network mettono in contatto chi offre spazio di pubblicazione sul proprio sito con gli advertiser che vogliono pubblicare i propri annunci. Ma mentre le piattaforme di Ad Exchange sono dei luoghi di scambio aperti, dove tutti i potenziali acquirenti possono vedere tutte le opzioni disponibili, gli Ad Network mostrano solo spazi profilati che soddisfano le esigenze del marketer.

 

Demand Side Platform (DSP)

Si tratta di un sistema che permette di gestire più account di ad exchange e data exchange attraverso un’unica interfaccia. Spesso sono utilizzati dalle agenzie e dai centri media, in modo da rendere più efficace ed economico l’acquisto di adv: gli spazi pubblicitari digitali vengono venduti al miglior offerente senza bisogno di intervento umano. Il prezzo è determinato dal numero di impressioni che si possono ottenere tramite un determinato posizionamento.

 

Programmatic Advertising

Se vuoi affidare tutta la parte di compravendita degli spazi pubblicitari senza intervenire manualmente su ogni offerta, questa è la tecnologia che stai cercando. Attraverso un sistema di intelligenza artificiale, automatizza il processo di acquisto sulla base delle audience e del target predefinito.

 

Sponsored content

Alcuni siti web, giornali online ed ecommerce che presentano una navigazione organica di prodotti o articoli permettono di acquistare visibilità direttamente all’interno dei propri risultati – i famosi contenuti sponsorizzati. Questo tipo di inserzioni si comprano direttamente dalla piattaforma che andrà ad ospitarle.

 

Supply Side Platform (SSP)

Servizio speculare al DSP, con SSP si definiscono le piattaforme che permettono ai siti web di gestire i propri spazi adv, ospitare annunci e banner dei brand e ricevere il compenso.

Le SSP sono pensate per cercare di ottenere il miglior CPM, costo per mille impressioni, a favore del proprietario del sito, confrontando le offerte del maggior numero di ad exchanges, ad networks e piattaforme demand-side.

 

Continua ad approfondire i temi legati all’online advertising, iscriviti alla nostra newsletter: ogni mese riceverai consigli per le tue campagne di digital marketing.

 

Digital marketer, anche se il mio primo amore è stata la scrittura. Mi trovate a Milano a cercare approfondimenti su psicologia, comunicazione e marketing, a frequentare qualche corso particolare o nascosta dietro una pila di libri.

Abbiamo molto da condividere con te

Ti abbiamo inviato una mail per confermare l'iscrizione. Ancora un click e sarai dei nostri.
Sembra che manchi qualcosa. Controlla i campi!

Lascia un commento

diciannove − 9 =