Ispirare il turista all’acquisto di una vacanza

Ispirazione, pianificazione, prenotazione, condivisione, promozione. Sono le cinque fasi principali del ciclo del turista, ovvero il percorso che compie una persona quando progetta e poi parte per una vacanza. E sono proprio queste cinque fasi che strutture alberghiere e DMO devono imparare a valorizzare con le loro strategie di marketing.

 

Il primo passo: definire le fasi e gli obiettivi

Ciascuna fase coincide con un passaggio decisionale diverso del turista, pertanto le destinazioni devono riuscire a identificare e rispondere alle diverse esigenze che ciascuna di queste porta con sé. La prima fase, in cui si vuole ispirare turista, sarà puramente esplorativa, mentre la prenotazione vedrà degli utenti pronti a comprare; per la prima quindi si possono definire delle microconversioni legate agli obiettivi di brand, mentre nella seconda ci si può focalizzare su obiettivi economici come valore delle prenotazioni online per canale e valore del carrello

Fare il contrario è completamente fuorviante. Un turista difficilmente prenoterà una vacanza quando sta ancora valutando le potenziali destinazioni. Possiamo aspettarci solo un numero molto esiguo di prenotazioni per una campagna brand, l’importante è che i dati sulle visualizzazioni siano molto buoni e una percentuale di queste visualizzazioni si trasformi poi in un lead. Ben diverso è il discorso quando una campagna prenotazioni non ottiene richieste o booking ma ha ottimi dati di visualizzazione. In quel caso c’è un problema di identificazione del target o delle esigenze specifiche di quella fase.

 

La prima fase del ciclo: ispirare il turista

Pensaci bene, sarà sicuramente successo anche a te. Inizia tutto con la generica voglia di staccare un po’, o con la fatidica domanda ‘dove andiamo per le ferie di quest’anno?’. Si inizia a chiedere agli amici o a guardare qualche foto su Instagram per poi definire una tipologia di destinazione, mare, montagna, lago o città d’arte, Italia o estero, da soli, in famiglia o con gli amici.

Questa è proprio la prima fase del ciclo del turista, l’ispirazione: si è ancora aperti a tutte le possibilità e si fa una ricerca generica mentre si raccolgono le idee. Il punto focale sono le immagini, le fotogallery, i blog di viaggio e le guide sulle migliori destinazioni.

 

Marketing e obiettivi

Per ispirare il turista, le strutture alberghiere e DMO possono intervenire con una campagna display, con i contenuti social o con delle newsletter di branding. La tua destinazione dev’essere fra quelle idee. Gran parte delle persone che vedranno i tuoi contenuti non convertiranno subito, ma inizierai a far conoscere il brand, nonché a raccogliere lead con cui iniziare la comunicazione – e quindi in prospettiva avviare il processo di conversione.

Come abbiamo anticipato nel paragrafo precedente, in questa fase è prematuro cercare di convertire, visto che l’utente non è ancora pronto a scegliere il pacchetto. I KPI più rilevanti saranno invece legati all’engagement sui social, alle impressions di campagne display o ad altri indicatori di brand reputation. Usa i dati per scoprire se stanno piacendo le tue immagini e quali temi vengono accolti meglio dai tuoi fan, in modo da sapere quali aspetti valorizzare nella tua proposta.
Real Web propone campagne specifiche per ispirare i turisti. Se vuoi saperne di più o vuoi ispirare i tuoi utenti, contattaci con il form sottostante, altrimenti appuntamento al prossimo articolo di marketing turistico per approfondire le altre fasi!

 

 

Digital marketer, anche se il mio primo amore è stata la scrittura. Mi trovate a Milano a cercare approfondimenti su psicologia, comunicazione e marketing, a frequentare qualche corso particolare o nascosta dietro una pila di libri.

Abbiamo molto da condividere con te

Ti abbiamo inviato una mail per confermare l'iscrizione. Ancora un click e sarai dei nostri.
Sembra che manchi qualcosa. Controlla i campi!

Lascia un commento

13 − 4 =