Un tuffo in USA: le Best Practice post-Covid19

L’American Hotel & Lodging Association (AHLA) a fine maggio, poco prima della fase 3, ha introdotto le linee guida per il soggiorno sicuro sviluppate sotto la guida del tavolo di esperti composto da Accor, InterContinental Hotels Group, Marriot International, Omni Hotels & Resorts e Walt Disney. Queste norme, volute per garantire la salute e la sicurezza dei clienti, sono state non solo adottate da migliaia di hotel, ma in molti casi ulteriormente amplificate. In questo articolo ti presenteremo alcune delle misure che hanno fatto proprie alcune tra le più famose catene e hotel americani. 

Una nuova camera: cuscini e lenzuola sottovuoto

Il primo cambiamento nella camera può essere visibile prima ancora di entrare. Hilton ha applicato un sigillo sulle porte delle stanze dei suoi hotel per indicare che non sono state aperte dall’ultima pulizia, un cosiddetto sigillo di garanzia. Una volta varcata la soglia, la stanza stessa può sembrare stranamente spoglia. Il motivo è semplice: mancano oggetti difficili da disinfettare, tra cui cuscini ad uso decorativo, blocchi per appunti, opuscoli di vario genere e penne. Anche i minibar sono spariti dai grandi hotel di lusso. Altri articoli, come gli accappatoi, saranno disponibili solo su richiesta. Molte strutture offrono agli ospiti in camera kit di sicurezza personali forniti di maschere, disinfettanti e salviette. Gli ospiti dei lussuosi e all-inclusive AMResorts nei Caraibi e nell’America centrale e meridionale troveranno cuscini e coperte in camera sigillate in confezioni sottovuoto. Le consegne dei quotidiani stanno diventando digitali grazie all’accesso elettronico PressReader che i clienti possono vedere direttamente sui loro dispositivi personali. Nuovi standard, nuove abitudini, nuove necessità.

Al via il servizio “bussa e lascia”

La creatività, come abbiamo più volte visto negli articoli precedenti, sta diventando un must have in questa delicata fase. I menù del servizio in camera sono in fase di ampliamento, la consegna si sta spostando sul “bussa e lascia” alle porte degli ospiti e gli ordini vengono effettuati tramite i telefoni cellulari dei clienti, come quello offerto da oltre 3.200 hotel Marriott. Lo storico Washington School House Hotel a Park City, Utah, ha invece proposto una nuova opzione “Anyplace Dining” dove gli ospiti possono mangiare in zone tranquille dell’hotel, a bordo piscina e nel giardino privato o in qualsiasi altro posto loro preferiscano.

 

Usa - Bussa e Lascia

 

Passeggiare all’interno degli spazi dell’hotel

Il personale non può più accompagnarvi o mostrarvi la vostra stanza e gli ascensori sono limitati alle sole persone del vostro gruppo. Sempre più hotel stanno regolamentando le prenotazioni in modo da avere meno ospiti all’interno delle proprie strutture, un esempio è il lussuoso Relais & Chateaux hotel Eden Roc Cap Cana nella Repubblica Dominicana che opererà con una capacità massima del 30%, mentre il marchio europeo di hotel di lusso Rocco Forte Hotels sta limitando il numero di ospiti per piano.

Check-in, all’esterno o da cellulare

Il The Wayfinder Hotel di Newport (Rhode Island) offre, al pari di altri alberghi, diverse modalità di check-in: self-service o “curbside” (letteralmente “a bordo marciapiede”). Le principali catene alberghiere stanno invece optando per le “chiavi digitali”, applicazioni che consentono di effettuare il check-in e il check-out (con il pagamento delle consumazioni) da cellulare. In questo modo si elimina l’utilizzo delle tessere magnetiche (che devono essere igienizzate dopo ogni cliente) e si evita di interagire con il personale della reception, saltando al contempo la fila.

Hilton ha introdotto il check-in e check-out senza bisogno di operatore in oltre 4.700 hotel in tutto il mondo. La nuova tecnologia consentirà una migliore comunicazione con gli ospiti. Cambia il modo di interagire con la reception, con nuove funzionalità, tempi abbreviati e riduzione dei costi. 

 

Usa Check-in

 

24 – 72 ore di attesa

Forse uno dei maggiori cambiamenti è quello dei servizi di pulizia. Le pulizie delle camere saranno più intense ma meno frequenti, almeno per gli ospiti che soggiornano più notti. A meno che non venga fatta una richiesta specifica, la maggior parte delle pulizie sarà effettuata dopo la partenza degli ospiti. Alcuni hotel, come il Best Western, aspettano dalle 24 alle 72 ore per entrare in una stanza dopo che gli ospiti se ne sono andati. Grandi marchi come Hilton e Marriott si stanno orientando verso gli spray elettrostatici e la tecnologia a luce ultravioletta. I Sandals Resorts disinfettano i condotti dell’aria ad ogni partenza e puliscono a vapore i tappeti delle camere ogni settimana. Il Westin Houston Medical Center è stato il primo hotel a impiegare particolari robot per disinfettare le camere e le aree comuni.

La Privacy è il nuovo lusso

In generale molte abitudini di viaggio si trasformano con il lento ritorno del turismo. Ma in tutti i trend che gli esperti indicano, l’unica costante è la parola con la “P”: Privacy. Siamo diventati tutti semi-reclusori attraverso la quarantena? Cerchiamo ancora un tocco di solitudine e di esclusività quando ci avventuriamo di nuovo negli hotel e in vacanza? Sembra di sì. Le misure di distanziamento sociale lo impongono. L’industria del turismo deve adattarsi.

Alla riapertura a luglio, Stephanie Gombert, direttrice dell’hotel di lusso in Dordogna, sente che “il senso del lusso e dell’esclusività” sarà più importante che mai per gli ospiti. “Più privacy in generale, e una priorità sulla pulizia e la sicurezza sono vitali in futuro“.

Per quanto riguarda la cena, ci si aspetta molto di più il servizio in camera. Le abitudini gastronomiche dell’hotel Relais & Châteaux cambieranno: “Probabilmente ci saranno meno persone che cenano in terrazza, e sicuramente i tavoli saranno distanziati. Ma anche meno servizio, per ridurre i contatti“.

L’offerta giusta al momento giusto può fare la differenza. Il team esperto di Real Web da anni è a servizio dei propri clienti: contattaci per conoscere le nostre offerte oppure iscriviti se vuoi restare aggiornato grazie al nostro monitoraggio strategico.

Abbiamo molto da condividere con te

Ti abbiamo inviato una mail per confermare l'iscrizione. Ancora un click e sarai dei nostri.
Sembra che manchi qualcosa. Controlla i campi!

Lascia un commento